X
Menu

Le 10 località più fotografate a Phuket

Le 10 località più fotografate a Phuket

 

Phuket ospita una grande quantità di luoghi da cartolina.

È la destinazione preferita dai turisti che si spingono nel sud della Thailandia. Oltre a essere ben fornita di confortevoli strutture per la ricezione turistica, ha un paesaggio incantevole ed è quindi il luogo perfetto dove scattare le foto più belle della vostra vacanza in Thailandia.

Anche se è un cliché, tutti vogliono pubblicare sul proprio profilo Facebook o su Instagram una foto con quel perfetto scenario idilliaco che Phuket offre ai suoi visitatori: spiagge esotiche orlate di palme, spiagge bianche in isole remote, templi buddisti e santuari cinesi, case dall’architettura neo-coloniale…

Scopri quali sono le 10 migliori località a Phuket e dintorni per scattare la fotografia perfetta!

 

Karon Viewpoint

 

Karon Viewpoint (un tempo chiamato Kata Viewpoint) è uno dei punti panoramici più frequentati a Phuket. Da qui, è possibile lanciare lo sguardo su Kata Noi, Kata Yai e Karon. Situato tra le spiagge di Nai Harn e Kata Noi, il luogo è affollato di viaggiatori quasi tutti i giorni dell’anno perché è meta di molti itinerari turistici. Gli abitanti locali lo chiamano ‘Khao Saam Haad’ (Collina Tre Spiagge) ma l’amministrazione pubblica, per qualche motivo, l’ha ufficialmente ribattezzato ‘Karon Viewpoint’.

Si trova appena a sud di Kata Noi Beach e si affaccia direttamente sul Mar delle Andamane. La maggior parte delle persone che arrivano qui puntano le loro macchine fotografiche verso nord per immortalare l’impressionante vista di circa otto chilometri con le tre spiagge della costa occidentale e che comprende il Mom Tri Villa Royale in primo piano e, più lontano, l’Hilton Arcadia sulla spiaggia di Karon.

 

Big Buddha

 

Il Big Buddha di Phuket è uno dei monumenti più importanti e venerati sull’isola. L’enorme statua si trova sulla cima della collina Nakkerd tra Chalong e Kata e, con i suoi 45 metri di altezza (base compresa), è ben visibile da lontano.

Il sito offre la migliore vista a 360 gradi di tutta l’isola, con ampi panorami della città di Phuket, Kata, Karon, Chalong Bay e altro ancora. Facilmente raggiungibile tramite una strada di sei chilometri che si dirama dalla principale arteria di Phuket, il Big Buddha è una imperdibile destinazione!

 

Phang Nga Bay e James Bond Island

Una caratteristica distintiva di Phang Nga Bay sono le formazioni di calcare carsico che sporgono a picco fuori dall’acqua verde smeraldo. James Bond Island e Koh Panyee sono solo due dei più famosi luoghi di questa baia. Il modo migliore per godersi il paesaggio spettacolare è quello di prendere una delle gite in barca che partono subito a nord di Phuket. Un viaggio piacevole di una giornata di crociera attraverso queste isole che offrono scorci incantevoli e, magari, di tanto in tanto, fermarsi per godere delle meravigliose, tranquille spiagge.

Phang Nga Bay si estende su una superficie di 400 kmq ed è sede di circa 100 isole, molte delle quali potrebbero figurare nel Guinness dei primati sia per la loro bellezza sia per le loro forme bizzarre.

James Bond Island, con il suo famoso pinnacolo roccioso, è stata una grande attrazione da quando ha fatto da ambientazione nel film del 1974. Fortunatamente è sotto protezione nazionale pertanto le imbarcazioni non hanno il permesso di andare troppo vicino all’isola… Anche a causa della sua posizione precaria (grande nella  parte superiore e relativamente sottile in basso). Per godere della vista di James Bond Island  ci si può spingere quanto più vicino consentito con la barca oppure la si può ammirare dalla piccola spiaggia di Koh Ping Ghan.

 

Promthep Cape Sunset

Phromthep Cape è la località più fotografata (e forse anche la più nota) dell’isola. Ogni sera, grandi autobus turistici, scooter e auto private passano a fianco di Rawai Beach e si arrampicano sulla salita più meridionale dell’isola in modo da guardare il tramonto al suo apice. Sulla sommità della collina si trova un parcheggio occupato da folle di persone provenienti da ogni angolo del mondo. Telecamere, flash, dita puntate e amanti che si coccolano davanti al più favoloso spettacolo gratuito di Phuket che viene messo in scena ogni sera: il tramonto.

Phromthep ha anche un faro che ospita interessanti reperti marittimi e storici e gode di una vista spettacolare a est e sud-est dell’isola e dei suoi dintorni. Il faro / museo è dotato di aria condizionata all’interno e dal balcone, in una giornata limpida, si possono vedere le Isole Phi Phi, Koh Racha Yai e Koh Racha Noi e, naturalmente, tutta una serie di isole più vicine come Koh Kiaow con il suo monastero buddista.

 

Phi Phi Island

Phi Phi Island è l’isola-superstar della Thailandia. È stata il set di tanti film e ora è l’argomento di conversazione preferito dei viaggiatori in tutta la Thailandia. Per alcuni, è l’unica ragione all’atterraggio a Phuket. Anche con tutta la campagna pubblicitaria, che pure non delude, la bellezza di Phi Phi è oltre le aspettative.

Phi Phi sorge dal mare come una fortezza. Scogliere a picco cedono il passo alla giungla di fronte alla spiaggia. È amore a prima vista.

Un altro motivo per cui queste isole sono adorabili è il loro atteggiamento: pochi luoghi del pianeta possono vantare un andamento della vita così rilassato. Delle due isole situate vicino a Pukhet e Krabi, una è completamente priva di abitanti (Phi Phi Leh), l’altra è senza strade (Phi Phi Don). Qui non c’è nessun programma, nessun caos, nessun motivo di avere fretta.

 

Old Phuket Town

Ufficialmente fondata durante il periodo in cui qui fiorivano miniere per lo sfruttamento dei materiali contenuti nel sottosuolo, tra la metà del 19° e l’inizio del 20° secolo, la parte antica di Phuket offre uno splendido patrimonio architettonico che conserva una suggestiva atmosfera d’epoca e grandi opportunità fotografiche. L’architettura sino-portoghese della maggior parte delle case e dei palazzi è stata abbastanza ben conservata (e in alcune parte anche restaurata) attraverso gli ultimi cento anni ed è testimone degli splendori del passato.

 

Similan Islands

Le Isole Similan sono situate a soli 84 km a nord ovest di Phuket. Koh Similan è uno dei gruppi di isole più noti nel Mar delle Andamane, in gran parte grazie alle meraviglie che vi aspettano sotto le acque cristalline che la circondano. Generalmente annoverato tra le 10 zone di immersione più interessanti del mondo, questo piccolo arcipelago è diventato anche una delle mete preferite per yacht e imbarcazioni turistiche. “Similan” deriva dal “Sembilan” malese, e significa “nove”. Ciascuna delle Isole Similan ha un numero per un nome: Koh Ba Ngu (numero 9), Similan (numero 8), Payu (numero 7), Miang (numero 4, numero 5 e, secondo alcuni, numero 6 ), Payan (numero 3), Payang (numero  2), e Hu Yong (numero 1).

 

Wat Chalong

Wat Chalong è il più grande tempio buddista di Phuket. Ospita mezza dozzina di edifici, ognuno con uno scopo specifico. È un tempio superbamente decorato con un giardino bellissimo e pacifico. La pagoda più alta (tre piani) ospita una scheggia di osso del Buddha. Anche qui, le foto abbondano!

 

Kata Beach

Una delle spiagge più popolari sulla costa occidentale di Phuket, Kata Beach è spesso fotografata al tramonto. Parte della sua popolarità deriva dalla piccola isola a breve distanza dalla riva. È qui che vengono immortalate le famose barche “longtail” tipicamente ancorate sulla riva per la notte… Una tipica immagine da cartolina, magari  mentre il sole scivola dolcemente verso il mare sullo sfondo.

 

Laem Singh Beach Viewpoint

Laem Singh Beach è una delle più belle spiagge di Phuket, nascosta sulla costa occidentale tra le spiagge di Kamala e Surin. ‘Laem’ è la parola tailandese per ‘capo’ e questa spiaggia di 150 metri è infatti situata sotto un promontorio.

Immersa in una baia nascosta, circondata da palme e costellata di massi giganti, si ha la sensazione di trovarsi in una spiaggia segreta. Purtroppo è un segreto che è ormai ampiamente conosciuto e, di conseguenza, la spiaggia diventa un po’ affollata durante l’alta stagione. Neanche il supplemento di 100 baht come tassa di ingresso per persona per accedere alla spiaggia, ha smorzato la sua popolarità.

 

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella privacy policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la privacy policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Privacy Policy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi